Venerdì 19 Luglio 2019

Il restauro

Per Santa Caterina c'è ottimismo

Le aspettative per il recupero, che fino a pochi mesi fa sembrava un obiettivo irraggiungibile, saranno a breve soddisfatte

Per Santa Caterina c'è ottimismo

da sinistra Claudio Colli, Marina Buzzi Pogliano, Ernesto Berra ed Enrica Caire

CASALE MONFERRATO -  Ci sono ottime prospettive per la chiesa Santa Caterina e per il suo recupero. La collaborazione tra i rispettivi consigli di Ente Trevisio proprietario e dell’Associazione Santa Caterina Onlus detentore del complesso barocco di Piazza Castello prosegue a gonfie vele.

Grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, alla disponibilità operativa di Santoro Gru e di Geocomp, all’irrinunciabile contributo dei Soci e Donatori privati, ai donatori del 5x1000, A.S. Junior Pallacanestro, Bertone Sementi e tutti i collaboratori della Onlus, Aziende e produttori locali, Associazioni, Studi Professionali e Volontari, le aspettative per il recupero, che fino a pochi mesi fa sembrava un obiettivo irraggiungibile, saranno a breve soddisfatte.

Il prossimo intervento riguarderà l’involucro esterno di cupolina, lanterna e cupola maggiore, ma per ottimizzare tempi e risorse è necessario avviare una raccolta fondi che permetta di includere anche tamburo, affreschi interni della  lanterna e tetti laterali. 

La squadra della Fabbrica di Santa Caterina, composta da persone con esperienze e competenze diverse e complementari, lavora con passione. Sono impegnati l'architetto Enrica Caire, l'ingegner Simone Giordano, l'architetto Sara Vecchiato, affiancati dal team del professore e ingegnere Rosario Ceravolo.

Al lavoro ci sono anche il geometra Francesco Pisano e il tecnico Giovanni Baldi.

L'attività di ricerca è affidata alla dottoressa Manuela Meni e al dottor Michele Castelli. Collaborano al progetto anche il geometra Giovanni Spinoglio, e i supervisori, l'architetto Claudio Colli per l'Ente Trevisio e la dottoressa Marina Buzzi Pogliano per Santa Caterina Onlus.

Tuttavia, è ancora necessario e fondamentale l'aiuto di chiunque voglia concederlo.

Per contribuire con competenze e disponibilità (economiche, materiali o professionali) è necessario collegarsi al sito www.santacaterinacasalemonferrato.it (sezione Restauro).

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Ovada

Guido: un simbolo di Ovada se ne va

10 Luglio 2019 ore 08:57
Il caso

La chiusura
del ristorante im...

16 Luglio 2019 ore 09:06
.