Lunedì 19 Agosto 2019

La statistica

Nel casalese sono pochi i donatori di organi

AIDO in campo a contrastare il fenomeno

Nel casalese sono pochi i donatori di organi

Un momento dell'incontro in Comune

CASALE MONFERRATO - In Provincia di Alessandria sono pochi quelli che, all'atto del rinnovo della carta d'identità, si dicono favorevoli a una loro potenziale donazione di organi. Nel casalese ancora meno.

Se la media nazionale dei "no" è del 29,4% e quella piemontese del 28,2%, in Provincia il dato sale al 35,8%, nel casalese in alcuni casi supera il 40% per toccare talvolta le vertiginose cifre del 70-80%.

Per contrastare questo fenomeno e fare in modo che i "no" diventino presto "sì", si è svolto ieri in Comune a Casale un incontro con AIDO (Associazione Italiana per la Donazione Organi Tessuti e Cellule) al quale hanno partecipato, su invito del sindaco Riboldi, i primi cittadini dei comuni del comprensorio: Altavilla, Giarole, Solonghello, Ponzano, Mombello, Villadeati, Occimiano, Valmacca, Coniolo, Murisengo, Treville, Cerrina, Rosignano, Cella Monte, Vignale, Terruggia, Castelletto Merli, Camino, Frassineto Po, Bozzole, Mirabello, Odalengo Grande, Villamiroglio, Ozzano e Giarole.

Il presidente provinciale di AIDO Nadia Biancato ha ricordato l'importanza della risposta affermativa all'atto del rinnovo del documento, dire “Sì” alla donazione post mortem non significa diventare “donatore”, ma potenziale donatore. Solo una persona su 3.000 di coloro che dichiarano la propria volontà positiva potrà un giorno donare.

AIDO, come già sperimentato positivamente a Frassineto Po, promuoverà incontri per la popolazione e appuntamenti mirati a informare i dipendenti pubblici, non solo gli addetti all’anagrafe: «Chi ha un ruolo pubblico, dipendente o primo cittadino, ha il dovere di essere informato ma hanno l’onore di dare l’esempio» ha detto la Biancato.

Chi volesse organizzare iniziative di informazione sul territorio potrà contattare il presidente del gruppo AIDO casalese Graziella Villata (3491864181). Richieste sono già pervenute da Murisengo, Giarole e Gabiano mentre a Occimiano, Ozzano e Pontestura ci sono iniziative già in calendario. La Giornata Nazionale AIDO del 29 settembre coinvolgerà Ticineto, Cerrina, Occiminao, Murisengo, Giarole, Frassineto Po.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Ovada

Diga di Molare:
una ferita per tutto l'Ovadese

13 Agosto 2019 ore 09:37
.