Lunedì 26 Settembre 2022

Il caso

Appalti Miur e corruzione: chiuse le indagini. Coinvolta la casalese Boda

La figlia dell'ex sindaco di Casale Titti Palazzetti era capo-dipartimento del Ministero dell'Istruzione

29 Agosto 2022 ore 20:54

di Redazione

giovanna-boda

ROMA - Appalti Miur e corruzione? La procura di Roma ha notificato agli indagati l'atto di chiusura delle indagini. Quindici le persone coinvolte, tra queste l'imprenditore Federico Bianchi di Castelbianco e l'ex capo dipartimento del Ministero dell'Istruzione, la casalese Giovanna Boda.

L'attività dei magistrati romani è riferita a presunti episodi di corruzione in appalti al dicastero di viale Trastevere: sarebbero state elargite 'mazzette' per tre milioni e duecento mila euro in cambio di contratti per 23 milioni di euro. L'inchiesta della Procura è chiusa, ma le eventuali responsabilità delle persone coinvolte sono ancora da accertare e - come recita il nuovo decreto legislativo - vale la presunzione di innocenza fino alla conclusione dell'iter.

Gravissima Giovanna Boda, figlia di Titti Palazzetti

Il funzionario del Miur, al centro della bufera per un presunto giro di tangenti

La 48enne Giovanna Boda è la figlia dell'ex sindaco di Casale Titti Palazzetti. L'ex funzionaria aveva tentato il suicidio nell'aprile dello scorso anno, lanciandosi dalla finestra dello studio romano del suo legale, rischiando la vita.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Casale, incidente in zona industriale: un morto e un ferito

20 Settembre 2022 ore 22:01
borghetto borbera

Anche la val Borbera in lutto per la morte di Stefano Sutter

19 Settembre 2022 ore 06:15
.