Martedì 17 Settembre 2019

Intitolata a Luisa Minazzi la scuola dell'infanzia del Ronzone

Sabato 26 maggio sarà presente il ministro Balduzzi. Al pomeriggio l'inaugurazione dell'area gioco nei Giardini della Difesa in Piazza Castello

Intitolata a Luisa Minazzi la scuola dell'infanzia del Ronzone
Sarà intitolata ufficialmente sabato 26 maggio, alla presenza del Ministro della Salute Renato Balduzzi, la scuola dell’infanzia del Ronzone a Luisa Minazzi, la dirigente scolastica prematuramente scomparsa nel 2010.
“Come già annunciato nei mesi scorsi – ha ricordato il sindaco Giorgio Demezzi – abbiamo deciso di intitolare, in accordo con i familiari, la scuola del Ronzone alla memoria di Luisa Minazzi, per ricordare la tenacia di una donna che ha combattuto la propria malattia con la stessa fermezza con cui si è adoperata nella lotta all’amianto. Per questo motivo credo sia una segnale forte, e dovuto, dare proprio il suo nome alla scuola che è nata dalle ceneri di quella fabbrica che ha dato tante morti a Casale Monferrato. Sarà il segno della rinascita di una città che non vuol dimenticare chi ci ha lasciato”.
Sarà quindi ancora più importante e significativo che a tagliare il nastro, accanto al sindaco e alla Giunta, ci sia il Ministro alla Salute, colui che in questi mesi si sta adoperato affinché Casale Monferrato possa diventare un centro d’eccellenza nella lotta contro l’amianto: “Sarà l’occasione per dimostrare al Governo la forza e la volontà di una città che vuole andare avanti, partendo dalle nuove generazioni, per aprire un nuovo capitolo senza amianto. Siamo stati i primi a denunciare le morti d’amianto e a far chiudere una multinazionale, ma ora vogliamo essere i primi a liberarci definitivamente da questa malefica polvere e dal male che l’accompagna. Da soli, però, non ce la possiamo fare: abbiamo bisogno di quelle risorse economiche che ormai da sei mesi ci vengono promesse”.
La cerimonia di intitolazione avrà inizio alle 9,30 e prevede, dopo i saluti delle autorità, il lancio di colorati palloncini da parte dei bambini della scuola e momenti di animazione che porteranno i presenti all’interno della struttura dove è stata allestita, per l’occasione, una colorata mostra con i lavori degli alunni.
“Sarà l’occasione per vedere una delle strutture più all’avanguardia del Piemonte – ha proseguito il sindaco Demezzi – che dal momento del mio insediamento ho voluto con tutte le forze rendere agibile il prima possibile, senza però mai dimenticare la sicurezza. Ancora nei giorni scorsi, infatti, abbiamo attivato una nuova campagna di monitoraggio, che ha confermato l’assoluta salubrità dell’intera zona”.
La scuola dell’infanzia del Ronzone rientra non solo nel piano di riqualificazione dell’intero quartiere, ma anche in una riorganizzazione dei plessi scolastici: “Avere a disposizione una struttura di qualità e di ottima funzionalità – ha sottolineato l’assessore Emanuele Capra – ci permetterà già dal prossimo anno scolastico di portare a tre le sezioni presenti. Questo sarà possibile grazie anche alla piena collaborazione della dirigente Luisella Cabrino, delle insegnanti e dei genitori, a cui va il mio personale ringraziamento e quello di tutta l’Amministrazione. Con il lavoro di tutti la scuola che intitoleremo a Luisa Minazzi potrà diventare un fiore all’occhiello della città e del territorio”.

È diventata fruibile alla cittadinanza nei giorni scorsi la nuova attrezzatura ludica dei giardini di viale Crispi, prima parte di un intervento più complesso che prossimamente riguarderà l’intera area ed è stata ultimata la nuova area gioco dei giardini della Difesa di piazza Castello che verrà inaugurata sabato 26 maggio alle 16.
Qui in particolare si è puntato alla totale riqualificazione della zona giochi, non solo con la sostituzione delle attrezzature ma anche con nuove pavimentazioni, nuove panchine e un nuovo impianto di illuminazione. Le nuove attrezzature e le relative pavimentazioni antitraumatiche rispettano le vigenti normative in materia al fine di garantire i massini standard di sicurezza ad oggi possibili. Questa nuova area è solo la prima di una lunga serie di nuove aree gioco in corso di realizzazione, appalto e progettazione pensate e sviluppate per i bambini, i cittadini casalesi più importanti per il nostro futuro.
Sul territorio sono presenti ben 25 aree attrezzate con giochi dedicati ai bambini e ai ragazzi: “La normativa impone, giustamente, severi controlli su questi spazi e sulle attrezzature presenti – ha spiegato l’Assessore all’Ambiente Vito De Luca - soprattutto perché parliamo della sicurezza dei più piccoli. Per questo motivo si era deciso di affidare ad una ditta specializzata la verifica delle condizioni di tutte le aree gioco”.
La ditta ha fornito agli Uffici comunali delle schede dettagliate nelle quali erano evidenziate le criticità principali che richiedevano un necessario intervento. In alcuni casi è stato addirittura necessario rimuovere i giochi per poi sostituirli. Sulla base di questi dati il settore competente ha stilato una specifica pianificazione degli interventi necessari per il ripristino delle condizioni di sicurezza delle aree gioco utilizzando quali parametri fondamentali le condizioni di degrado delle aree e il loro bacino di utenza. Subito dopo si è proceduto alla stesura dei progetti definitivi-esecutivi di un primo lotto di aree gioco. Progetti che avevano come obiettivo la restituzione delle zone ludiche interessate in condizioni di utilizzo sicure e rispettanti tutte le norme. 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La curiosità

L'ultimo video
dei Måneskin girato
in Monferrato

16 Settembre 2019 ore 16:51
Lu e Cuccaro 

Perseguita la ex
e invia foto...

06 Settembre 2019 ore 13:39
.