Giovedì 21 Novembre 2019

I presepi da non perdere

Nei giorni di festa la Mostra internazionale del presepio ad Acqui Terme, ilpresepe del Santuario della Madonna della Guardia di Tortona, il presepe vivente di Castelnuovo Scrivia, la Natività d'autore a Conzano e i presepi nellechiese di Casale Monferrato

I presepi da non perdere
CULTURA - Anche quest'anno la pro loco di Acqui Terme organizza la Mostra internazionale del presepio al Movicentro (vicino alla stazione ferroviaria), dove sono esposti oltre 200 presepi di tutti i tipi provenienti da ogni parte del mondo. Sono di vetro, terracotta, ferro battuto, ceramica, meccanici, alcuni di notevoli dimensioni e altri di pochi centimetri, alcuni pezzi rarissimi, altri curiosi realizzati da amatori, di proprietà di privati o di collezionisti. Una sezione è dedicata alle scuole materne, elementari e medie partecipanti al Concorso Mini Presepi. Tra i presepi esposti quello di Renato Cavallero in ricordo del nipotino tragicamente scomparso nel 2013, del quale fu disposta la donazione degli organi. Il presepe è stato realizzato pensando ad Aido, grazie al quale in Italia si dichiara la volontà alla donazione degli organi da 45 anni e a don Gnocchi, il primo donatore. Fino al 6 gennaio la mostra è sempre aperta nei feriali compreso sabato dalle 15.30 alle 18.30, nei festivi dalle 15 alle 19, il giorno di Natale dalle 17 alle 20.

Fino al 6 gennaio al Centro Mater Dei di Tortona (via Don Sparpaglione 15) è visitabile il Presepe del Santuario della Madonna della Guardia (tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. Gli Orionini hanno sempre coltivato l’amore per il presepio, riproducendolo nelle loro case e chiese in ogni parte d’Italia e del mondo. Nel più importante santuario della loro congregazione, ne costruirono uno negli anni 50/60, sistemandolo nella cripta. Visitatissimo per tutto l’anno, aveva una superficie di circa 50 mq ed era molto curato nei particolari. Purtroppo l’esondazione del torrente Ossona del 1977 inondò la cripta distruggendolo totalmente. Venne ricostruito pochissimi anni dopo nel seminterrato del reparto pellegrini del Centro Mater Dei che sorge accanto al Santuario.

Il tradizionale presepe vivente di Castelnuovo Scrivia giunge quest'anno alla 23esima edizione. La ricostruzione di un borgo antico con i suoi personaggi, animali ed attività è un evento molto sentito che richiama l'attenzione di molti visitatori ogni anno, anche da Lombardia e Liguria. Il presepe coinvolge un centinaio di persone che si occupano dell'allestimento e prendono parte come figuranti all'interno del borgo come pastori, fabbri, guardie del castello, eremiti, lavandaie e fornai. Le rappresentazioni, anche in caso di maltempo, si svolgeranno all'oratorio S. Luigi Orione di via M. d'Azeglio 9 il 26 dicembre, il 1° e il 6 gennaio dalle 15 alle 18.

A Villa Vidua di Conzano fino al 20 gennaio la mostra Natività d'autore - presepi dal mondo da una collezione privata, visitabile nei giorni festivi (Natale e Santo Stefano compresi) dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18,30.

A Casale Monferrato nella Chiesa di Santa Caterina fino al 13 gennaio Passione Presepe, l'esposizione di presepi artigianali di Gianni Pasino e Pier Luigi Pilotti. collezioni di Emanuela Urban e Massimo Monzeglio.Ingresso a offerta libera pro restauro della Chiesa. Nella Parrocchia di Oltreponte fino al 31 gennaio il presepe napoletano: visite guidate tutte le domeniche alle 15, 16 e 17, tutti i giorni su prenotazione al n. 0142/561265 (Casa parrocchiale) per gruppi di almeno 10 persone. Visita con offerta libera.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Alessandria

Quargnento, convalidato l'arresto
di Giovanni Vincenti

11 Novembre 2019 ore 13:37
Tempo reale

"Vincenti ha confessato". Parole poi confermate al Gip

09 Novembre 2019 ore 09:29
.