Venerdì 07 Ottobre 2022

Comunicare

L’arte di parlare in pubblico, senza ansia

06 Maggio 2022 ore 07:24

giuseppe-alfonso-cirri

Il Public Speaking serve solo a conferenzieri e manager? Dalla riunione di condominio, al colloquio con un cliente, dobbiamo rivolgerci alla gente, vincere l’ansia, ricordarci quello che dobbiamo dire, non cedere a provocazioni e, possibilmente, parlare in modo convincente.

Il dott. Giuseppe Alfonso Cirri – esperto in Relazioni Pubbliche d’Impresa – ci spiega come fare, ricordando Waldo Emerson il quale affermava che “All’inizio tutti i grandi oratori erano dei pessimi oratori”. Ecco il segreto. La Formazione.

Dott. Cirri, cosa dobbiamo considerare per il ‘discorso perfetto’?

Anzitutto, vi sono tre elementi comuni quando si parla in pubblico: presenza dell’oratore e di un pubblico, la nostra presentazione e la circostanza per cui teniamo quell’intervento. Ovvio che l’oratore è il protagonista e, come tale, deve essere competente sull’argomento, aver preparato il suo discorso, avere una presenza scenica, una abilità oratoria ed essere in grado di comprendere ogni feedback del pubblico. Ed è proprio la conoscenza del pubblico che ci guiderà su quale taglio dare al nostro discorso.

Come ci si può preparare ad un discorso efficace?

Strategica sarà la scelta dell’obiettivo. Tre quelli possibili: informare, trattenere o persuadere. Ognuno di essi avrà una costruzione diversa. Tipica di uno speech persuasivo è la costruzione a salire, elevando la temperatura dei presenti. Invitandoli a una “call to action”, stimolando il comportamento desiderato.

La scaletta della presentazione potrà essere costruita con una sequenza cronologica, causale o del tipo problema e soluzione. Con una regola di base. Seguire un ordine preciso, in grado di stabilire, con un’abile regia, un legame forte tra le varie parti del discorso. Senza fuorvianti e pericolosi salti logici.

Il nemico numero uno, però, è sempre l’ansia

Unita allo stress è in grado di offuscarci la mente, di accorciarci il fiato, di farci scordare tutto, di gettarci nel panico. Le nostre armi risiedono nel saper gestire la nostra presentazione. Di più. Essendo in grado di conoscerci a fondo, consci dei nostri punti di forza e di debolezza. Valutandoci in modo realistico. Credendo in noi stessi, senza sotto o sopravvalutazioni.

Arriviamo, quindi, ai corsi per migliorarsi

Nei corsi di formazione che teniamo ormai da molti anni, evidenziamo l’importanza di gestire con proprietà le capacità espressive del proprio corpo, utilizzando la nostra voce variando volume, velocità e tono. Mantenendo il contatto oculare con il proprio pubblico, coinvolgendolo con domande, sapendo superare anche quelle più insidiose e provocatorie. Gestendo un momentaneo vuoto di memoria con la “Tecnica di gettare la scimmia”. Fondamentali le esercitazioni, decidendo di non improvvisare, affidandosi sempre alla preparazione. Il nostro pubblico è li, davanti a noi. E, a noi, spetta il compito di saperlo affascinare e coinvolgere. Tutto qui.

Studio Cirri
Relazioni Pubbliche d’Impresa
Palazzo Terzano
Via Carducci 3 - Valenza (AL)
Tel. 0131.941251
338.7348952 - 338.3290789
info@studiocirri.com
studiocirri.com

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.