Lunedì 10 Agosto 2020

Quargnento

Carcere o libertà per la moglie di Vincenti? La Cassazione decide oggi

Carcere o libertà per la moglie di Vincenti? La Cassazione decide oggi

ALESSANDRIA - Tragedia di Quargnento: sarà la Corte di Cassazione (la cui udienza si è svolta questa mattina) a decidere se per Antonella Patrucco, moglie di Giovanni Vincenti, si apriranno o meno le porte del carcere in attesa del processo. A chiedere la misura restrittiva erano stati il procuratore capo, Enrico Cieri e il sostituto Elisa Frus, che contestano alla donna uguale incriminazione di Vincenti (reo confesso): esplosione dolosa di abitazione, omicidio doloso plurimo, lesioni volontarie, truffa all’assicurazione e calunnia nei confronti di un vicino. Secondo l’accusa, l’esplosione della magione avrebbe permesso ai Vincenti di incassare il premio assicurativo. Nella notte tra il 4 e il 5 novembre 2019 le conseguenze di quella deflagrazione furono terribili: morirono tre Vigili del Fuoco in servizio ad Alessandria, due loro colleghi rimasero feriti insieme a un Carabiniere in servizio a Solero. 
La Procura alessandrina aveva chiesto il carcere anche per Antonella Patrucco. Il Gip respinse la richiesta, poi accolta dal Tribunale del Riesame. A quel punto, i difensori della donna, avvocati Caterina Brambilla e Federico Di Blasi, si sono rivolti alla Cassazione che questa mattina ha discusso se la moglie di Vincenti resterà libera oppure no. La decisione è prevista nel pomeriggio. 

Due processi 

Il futuro giudiziario per i coniugi ritenuti responsabili della tragedia prevede due processi: uno per l’omicidio volontario e un secondo per gli altri reati. L’omicidio volontario si discuterà davanti alla Corte d’Assise di Alessandria l’11 settembre, l’altro davanti al giudice monocratico il 23 luglio

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Polstrada

La lunga coda sull'A26? Un camionista addormentato!

05 Agosto 2020 ore 09:01
.