Mercoledì 12 Agosto 2020

Polizia Locale

Clienti troppo vicini nel ballo: 5 giorni di chiusura e 400 euro di sanzione a Casale

Il fatto risale a mercoledì scorso

Clienti troppo vicini nel ballo: 5 giorni di chiusura e 400 euro di sanzione a Casale

Il bar è chiuso. I cartelli annunciano la riapertura prevista per domani

CASALE - La Polizia Locale di Casale ha recentemente avviato una serie di controlli mirati a verificare il rispetto delle prescrizioni previste dalla normativa nazionale della cosiddetta Fase 3 riguardante l’organizzazione di eventi con intrattenimento musicale all’aperto.

In tale ambito la Polizia Locale ha effettuato controlli finalizzati alla verifica del rispetto della disciplina in materia per fornire anche all’Amministrazione elementi di riscontro utili per le funzioni di indirizzo.

Nel corso di tali controlli è stato accertato che i titolari di un esercizio pubblico situato in città, il My Bar di via Padre Pio da Pietralcina (nella galleria del Palafiere e Cinelandia), nell’istanza per ottenere la deroga acustica e oraria per l’organizzazione e lo svolgimento di un evento musicale, «avrebbero dovuto presentare istanza di tutt’altra natura, dato che, di fatto, hanno trasformato, dopo le 22.30, l’ampio spazio attiguo al locale in una sorta di discoteca all’aperto, con considerevole presenza di persone che ballavano senza alcun rispetto delle misure di prevenzione» si legge dalla nota diffusa dal Comune.

Alla società che gestisce l’esercizio pubblico è stata contestata la violazione prevista dalla decretazione nazionale: sanzione pecuniaria di 400 euro e sospensione cautelare dell’attività per 5 giorni.

I fatti risalgono a mercoledì scorso. I gestori del bar hanno applicato alla vetrina dell'esercizio alcuni cartelli: riapriranno domani.

La violazione è stata segnalata al Prefetto di Alessandria, che potrebbe prolungare il periodo di sospensione dell’attività fino a 30 giorni. Il nucleo di polizia giudiziaria della Polizia Locale sta verificando e valutando la documentazione tecnica e le certificazioni presentate dalla società che gestisce l’esercizio pubblico per ottenere il rilascio della deroga.

 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Polstrada

La lunga coda sull'A26? Un camionista addormentato!

05 Agosto 2020 ore 09:01
.