Lunedì 10 Agosto 2020

Lavori pubblici

Altri 40mila euro per abbattere le barriere architettoniche dell'Agro Callori

Dopo i 55mila impiegati l'anno scorso

Altri 40mila euro per abbattere le barriere architettoniche dell'Agro Callori

CASALE - Proseguono i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche lungo i percorsi pedonali del quartiere Agro Callori di Casale. La Giunta ha approvato nella seduta di martedì 21 luglio il progetto definitivo – esecutivo per nuovi interventi nelle vie Callori, Canna e Palli.

«Dopo i circa 55 mila euro spesi l’estate scorsa – ha spiegato il vice sindaco, con delega ai Lavori Pubblici, Emanuele Capra -, ne andremo a impegnare altri 40 mila per proseguire nelle opere di rifacimento di quelle porzioni di marciapiedi che impediscono un accesso comodo alle vie e alle proprie abitazioni. Fondi che fanno parte di un finanziamento statale che abbiamo deciso di utilizzare, in parte, su questi importanti interventi».

Interventi che riguardano il rifacimento delle porzioni di marciapiedi in prossimità degli incroci tra le vie Callori / Palli, Canna / Palli e Canna / corso Manacorda, oltre a opere di raccordo della pavimentazione di due passi carrabili presenti in via Callori e quattro di via Palli.

I lavori prevedono la sostituzione del battuto di calcestruzzo esistente con un piano di calpestio in mattonelle autobloccanti, delimitate verso strada da cordoli in granito, opportunamente raccordate.

«L’impegno dell’Amministrazione per le fasce più deboli della popolazione prosegue senza sosta – ha sottolineato il sindaco Federico Riboldi – Interventi come quelli programmati in Agro Callori sarebbero dovuti essere una priorità da molti anni: noi l’abbiamo inseriti immediatamente tra i lavori da effettuare nei primi mesi del mandato, perché riteniamo che poter agevolare la vita a chi ha difficoltà a muoversi, sia per problemi fisici, sia per portare a passeggio i propri figli, sia imprescindibile».

 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Polstrada

La lunga coda sull'A26? Un camionista addormentato!

05 Agosto 2020 ore 09:01
.