Mercoledì 12 Maggio 2021

Il commento

Drera (Lega) sul rendiconto: «L'amministrazione ha agito con coraggio»

Con la pandemia quasi 600mila euro di donazioni

Drera: «Iat al Castello?  Notizia positiva sotto tanti aspetti»

Alberto Drera (Lega)

CASALE - Approvato il rendiconto dell'esercizio finanziario 2020 (il servizio lo trovate su Il Piccolo in edicola oggi, disponibile anche in formato digitale al link) il capogruppo della Lega in consiglio comunale a Casale, Alberto Drera, esprime alcune considerazioni.

«Con l’approvazione del rendiconto dell’esercizio finanziario 2020 si conclude amministrativamente l’anno passato. Preliminarmente mi sento con tutto il cuore di ringraziare tutte le famiglie e le aziende del territorio che nel momento più buio della nostra storia contemporanea hanno donato complessivamente un importo di 598.000 euro. Questo è un segnale forte, un segnale che rimarca come il nostro territorio abbia una realtà sociale molto coesa e che, anche nei momenti più critici, non smette di aiutare le persone più in difficoltà. Nel Consiglio comunale di giovedì è stato detto che lo Stato ha aiutato considerevolmente il Comune attraverso gli stanziamenti per sopperire alle difficoltà legate all’emergenza sanitaria. Se ex-post
questo ragionamento può avere una sua veridicità, dal mio punto di vista per trasmettere una narrazione coerente con la realtà dei fatti, bisogna analizzare le tempistiche. Quando il Comune di Casale Monferrato introdusse le tante misure a sostegno di famiglie e attività non era a conoscenza delle intenzioni dello Stato. Nella fase più critica dell’anno passato non si era a conoscenza della somma che lo Stato ci avrebbe destinato né delle tempistiche con le quali lo avrebbe fatto. Ritengo che l’Amministrazione abbia pertanto agito con coraggio, introducendo forme di aiuto per le persone
più in difficoltà, avendo a cuore le problematiche delle stesse. Il rendiconto di gestione 2020 è altamente positivo su più fronti. Siamo riusciti in un anno così difficile a stanziare 330.000 euro per l’esenzione e gli sgravi della TARI per le attività che non potevano lavorare durante il lockdown, 260.000 euro a fondo perduto per sostenere le attività commerciali colpite dalla crisi legata all’emergenza sanitaria e 40.000 euro a fondo perduto per sostenere le attività sportive, che sono state tra le più colpite dalle restrizioni. Oltre a questi fondi l’attività dell’Amministrazione non si è fermata e a riprova di questo balza all’occhio il dato degli investimenti che è aumentato. Oltre ai lavori svolti per continuare a migliorare la vivibilità di Casale Monferrato, abbiamo continuato a lavorare per ideare degli strumenti per provare ad attrarre investimenti sul nostro territorio, tra cui la creazione della Fondazione Aleramo, l’abbattimento degli oneri di urbanizzazione e l’esenzione dal pagamento di IMU per la parte comunale e TARI per 3 anni per chi decide di investire in Casale Monferrato. Come dicevo poc’anzi il rendiconto di gestione 2020 è decisamente positivo, soprattutto per il fatto che oltre ad avere attuato molteplici interventi a sostegno delle categorie più in difficoltà, ci ritroviamo ad avere un avanzo libero di 1.824.000 euro e questo dato non può che essere una garanzia. L’anno 2021 potenzialmente potrebbe essere dal punto di vista economico-finanziario peggiore dell’anno passato, di conseguenza avere una tale cifra da poter investire sul nostro territorio è sicuramente positivo, perché ci consentirà di intervenire celermente qualora emergessero delle difficoltà per i cittadini o per le attività presenti in città.

Un avanzo simile denota inoltre una grande efficienza da parte dell’ente perché si compone di molte somme che evidenziano il buon lavoro che si sta compiendo. Forse la somma che merita più attenzione è quella legata alla riduzione di 678.000 euro del fondo crediti di dubbia esigibilità che indica una migliorata capacità di riscossione da parte dell’ente e per questo mi congratulo con l’Assessore Filiberti e con tutti gli uffici che stanno facendo un lavoro eccezionale nonostante il periodo decisamente complicato. Siamo riusciti a dimostrare che è possibile far coincidere gli importanti aiuti concreti e tangibili alla cittadinanza con la sostenibilità, avanzando per quest’anno una cifra importante che ci consentirà di far fronte a nuovi imprevisti, qualora emergessero, e al contempo progettando e ideando interventi per provare a migliorare la capacità di attrarre insediamenti produttivi in città».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.