Lunedì 04 Luglio 2022

L'episodio

Rubato il barcè della Canottieri Casale, i Carabinieri indagano

L'amara sorpresa quest'oggi nel primo pomeriggio

barcè-canottieri

Il barcè rubato

CASALE - Un'amara sorpresa quest'oggi per la Canottieri Casale. È stato rubato il barcè che viene utilizzato dalla sezione canottaggio del noto circolo monferrino per seguire da breve distanza gli allenamenti di canottaggio.

Ieri sera, martedì, era stato utilizzato per l'ultima volta prima di essere come sempre assicurato con una catena al pontile dell'imbarcadero di viale Lungo Po Gramsci, in bella vista, a due passi dal centro città.

A poche ore di distanza, nel primo pomeriggio di oggi intorno alle 14, il barcè, tipica imbarcazione fluviale di queste zone, uno scafo di metallo di 7-8 metri dalla forma affusolata con una grossa e visibile targa ad attestarne la proprietà, era sparito.

Infruttuose le ricerche sullo specchio d'acqua tra le due dighe e anche l'osservazione a valle di quella idroelettrica, fino al ponte dell'autostrada poste in essere anche dagli Amici del Po. 

Al circolo non è restata altra via che sporgere denuncia ai Carabinieri. I militari diretti dal capitano Christian Tapparo hanno subito avviato le indagini. Nelle prossime ore verranno acquisite le immagini delle telecamere di videosorveglianza poste in prossimità dell'imbarcadero e anche dalla sponda opposta dove è probabile che i malintenzionati l'abbiano tirato a riva prima di caricarlo su un furgone e allontanarsi. Difficile ipotizzare che chi ha prelevato il barcè se ne sia andato lungo il fiume per via della complessa manovra necessaria per la discesa dalla diga e la scarsità d'acqua nel tratto appena successivo.

Ritrovato il barcè della Canottieri Casale

Questa mattina la lieta notizia per il circolo monferrino

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.