Domenica 17 Novembre 2019

Da 20 anni

Giornata Europea della Cultura Ebraica: gli eventi

A Casale e anche a Lecce

Giornata Europea della Cultura Ebraica: gli eventi

L'opera di Chagall

CASALE - Anche Casale celebra la Giornata Europea della Cultura Ebraica di sabato 14 e domenica 15 (dal tramonto del 14 al tramonto del 15) con diverse iniziative della Comunità Ebraica lungo un periodo di tre settimane.  

Domenica 8 settembre alle ore 18 riprendono nei locali del complesso ebraico in vicolo Salomone Olper i concerti della rassegna “Musica in Sinagoga”, diretta dal compositore Giulio Castagnoli; vengono eseguiti autori di origine ebraica o musiche attinenti ai temi dell'ebraismo. L'incontro sarà realizzato in collaborazione con il Divertimento Ensemble di Milano – Rondò in Monferrato e vedrà Beatrice Binda, soprano e Lorenzo Gorli, che imbraccerà un prezioso violino Amati del 1695.

Il programma prevede un brano di uno dei più interessanti compositori contemporanei: Gyorgy Kurtag, nato nel 1926 in Romania, nella regione del Banato, da famiglia ebraico-ungherese, sterminata dai nazisti. L'ingresso è libero.

Nel fine settimana successivo del 14 e 15 settembre spazio quindi alla XX Giornata Europea della Cultura Ebraica che in realtà in Italia si protrarrà di una settimana con il tema “I sogni, una scala verso il cielo” che anche a Casale sarà declinato tra arte e letteratura. 

La Giornata comincerà nella sera di sabato 14 con un prologo dedicato al pittore russo dal titolo “Ho sognato Chagall”. Alle 21.30 in Sala Carmi comincerà l'esposizione straordinaria di “Re David suona la cetra”.  È un’ opera pittorica su carta dipinta, diafana e parsimoniosa nell’uso del colore e del tratto, che trova nell’essenzialità esecutiva un mezzo perfetto per sintetizzare la narrazione onirica. Chagall, di famiglia ebraica, definì la Torah come “la più grande fonte di poesia di tutti i tempi” e anche come “l’alfabeto colorato in cui ho intinto i miei pennelli”. In questo caso la scena del dipinto mostra Re David che suona e canta per il popolo ebraico in marcia. Un percorso in cui non mancano accenni alla ruralità dell’infanzia, espressa con forza attraverso scorci intimi di maternità. L'opera, gentilmente prestata da una collezione privata in Milano, con la collaborazione di Studio Guastalla Arte Moderna e Contemporanea di Milano, sarà visibile per tutta la giornata successiva a partire dall'apertura del complesso alle ore 10. 

Domenica 15 settembre alle ore 10.30 si potrà assistere all'apertura ufficiale della Giornata con il sindaco di Casale Monferrato, Federico Riboldi e il sindaco di Moncalvo, Christian Orecchia.  Si prosegue alle ore 16.30 nel Cortile delle Api con “Il sogno di una storia di famiglia, proiezione di fotografie inedite dal volume di Claudia De Benedetti “Non fuorvierà, una storia di famiglia” che mostra otto generazioni di ebrei italiani tra risorgimento e nobiltà.

Domenica 22 sarà la città di Lecce a festeggiare la Giornata Europea della Cultura Ebraica e questo renderà ancora più significativi gli eventi programmati attorno alle mostre che coinvolgono la comunità monferrina nel capoluogo pugliese. Si parla di “Lumi di Chanukkah - Una Collezione fra Storia, Arte e Design” inauguratasi a fine giugno al MUST di Lecce e che ha portato nel Museo una selezione della collezione unica al mondo delle Lampade utilizzate in questa festa realizzate da artisti internazionali per il Museo dei Lumi di Casale. La chiusura sarà proprio il 22 settembre e nell'ultimo giorno sarà possibile visitare la mostra con la curatrice Daria Carmi.  Nella stessa occasione sarà presentata per la prima volta una nuova lampada destinata ad unirsi alle circa 250 già presenti al museo casalese, opera di un rinomato ceramista pugliese, ma con diversi legami a Casale. La lampada entrerà ufficialmente nella collezione in occasione della prossima festa di Chanukkah.

Sempre il 22 settembre Elio Carmi, vicepresidente della Comunità Casalese, condurrà i visitatori del Museo Ebraico di Lecce alla scoperta di “La vita è una fiaba: l’arte di Emanuele Luzzati” che espone 24 opere dello straordinario illustratore genovese che per lungo tempo ha frequentato proprio la sinagoga monferrina, tra cui il ciclo delle 12 tavole dedicati ai “Mesi di pulcinella”, una pregevole serie di serigrafie in tiratura limitata. Sarà visitabile fino al 31 ottobre 2019.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Tempo reale

"Vincenti ha confessato". Parole poi confermate al Gip

09 Novembre 2019 ore 09:29
Tempo reale

Tragedia di Quargnento:
la svolta, nella notte il fermo

08 Novembre 2019 ore 22:29
Masio

Schianto fatale
dopo la curva, muore 23enne

10 Novembre 2019 ore 13:55
.