Giovedì 23 Gennaio 2020

Eternit Bis

Chiesto per Schmidheiny il rinvio a giudizio per omicidio volontario

Afeva commenta "Il cammino verso una decisione conforme a giustizia per le vittime da amianto riprende oggi"

Chiesto per Schmidheiny il rinvio a giudizio per omicidio volontario

VERCELLI - Una notizia tanto attesa sul tema della battaglia giudiziaria alla fibra killer: per il magnate svizzero Stephan Schmidheiny, ultimo proprietario in vita dell'Eternit, la procura di Vercelli ha chiesto al gup il rinvio a giudizio per omicidio volontario. In sede di udienza preliminare, il gup dovrà decidere se processare e con che capo di imputazione l’imprenditore.

Afeva non nasconde la soddisfazione nei confronti di quanto fatto dalla Procura vercellese che è «in linea con quanto da noi sempre sostenuto (sulle azioni dello svizzero nda): non una semplice negligenza, ma il risultato di una lucida e spietata decisione assunta in nome del profitto».

«Il cammino verso una decisione conforme a giustizia per le vittime da amianto riprende oggi» commenta il direttivo di Afeva.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

novi ligure

Cani a spasso, c'è l'obbligo di museruola e bottiglietta

22 Gennaio 2020 ore 05:30
L'incidente

Grave 22enne, 
forse tradita dal ghiaccio

21 Gennaio 2020 ore 08:36
Sale

Schianto frontale,
un morto e una ferita

21 Gennaio 2020 ore 22:42
.