Martedì 22 Ottobre 2019

La celebrazione

Elleuno festeggia 30 anni di attività: oggi assiste circa 10mila persone

La storia della cooperativa è cominciata a Casale nel 1989

Elleuno festeggia 30 anni di attività: oggi assiste circa 10mila persone

Il vicepresidente Enrico Gallo, il presidente Anna Villa e il consigliere Monica Formisano

La cooperativa Elleuno ha festeggiato i 30 anni di attività. Un grande excursus ricordato nel corso dell’Assemblea Ordinaria dei Soci che si è tenuta al teatro Franco Parenti di Milano, alla presenza di 400 soci oltre che numerosi ospiti.

La storia della cooperativa

Nata il 29 maggio del 1989, Elleuno è presente in 10 regioni italiane (Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige,  Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Puglia e Sardegna), assiste quotidianamente più di 10.000 persone, impiegando oltre 2.700 lavoratori. Opera in forma di cooperativa sociale no-profit per promuovere il patrimonio etico e umano indispensabile a chi lavora con la popolazione più fragile cui è indirizzata l'assistenza, favorendo la centralità delle persone accudite, delle loro famiglie e dei soci lavoratori dell'azienda; negli anni si è dotata di quattro certificazioni di qualità, dell’Organismo di Vigilanza e del conseguente modello organizzativo gestionale.

Tre decadi: sempre al servizio

La Presidente Anna Villa ha ripercorso i momenti salienti delle tantissime iniziative portate a termine in questi 30 anni, dando spazio anche a ricordi di storie che hanno emozionato i presenti. Trent’anni di attività, nei quali Elleuno ha percorso – e spesso precorso – moltissima strada, diventando pioniere del modello assistenziale a beneficio di chi si trova in stato di fragilità: anziani gravemente non autosufficienti, persone affette da gravi disorientamenti spazio-temporali, da Sla, da disabilità cognitive e motorie anche gravissime, pazienti terminali, pazienti psichiatrici e minori in stato di disagio familiare.

Gli interventi

Diversi gli interventi della giornata: oltre a quelli istituzionali, ne sono succeduti diversi, che hanno visto protagonisti gli stessi operatori, cuore pulsante della Cooperativa. L’Educatrice di un Servizio Educativo Territoriale rivolto ai minori, la Coordinatrice di una Residenza Sanitaria per Disabili, l’Infermiera di una Residenza Sanitaria Assistenziale e un Operatore Socio Sanitario di un Centro Diurno Alzheimer: ciascuno di loro ha condiviso con i presenti la propria esperienza lavorativa, che si è rivelata essere anche un’esperienza di vita, un’esperienza personale, profondamente umana.

Tra le moltissime iniziative che Cooperativa Sociale Elleuno ha attivato nei suoi primi 30 anni di vita spiccano il progetto “Terre di Mezzo” rivolto ai minori stranieri non accompagnati sul territorio di Venezia e Mestre ed i progetti di arte terapia all’interno delle comunità protette per malati psichiatrici di Sassari, dell’Hospice di Lainate (MI) nell’ambito delle cure palliative e anche a favore dei minori ospiti dei centri educativi residenziali. Tra le diverse attività di avanguardia terapeutica poste in atto da Elleuno, è stato presentato dalla sua ideatrice Letizia Espanoli il modello Sente-Mente®: un metodo di approccio innovativo rivolto alle persone affette da demenza e che convivono con patologie croniche irreversibili.

 

Sguardo al futuro

In chiusura, l’intero Consiglio di Amministrazione ha sottolineato a tutti i partecipanti all’assemblea come il traguardo del trentennale appena raggiunto debba essere  solo una delle tappe fondamentali di un’azienda che dovrà continuare a crescere per sempre meglio rispondere alle esigenze di questo particolare settore.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il vip

Pierce Brosnan
a Casale Monferrato

19 Ottobre 2019 ore 19:46
Video

La polizia interrompe
il raid delle sprangate

16 Ottobre 2019 ore 13:05
.